Loading...

News

La lezione del professor Turnock ha aperto ufficialmente la 1001VelaCup. Adesso spazio alle regate: buon vento a tutti!

News del 27/09/2019

La lezione del professor Turnock ha aperto ufficialmente la 1001VelaCup. Adesso spazio alle regate: buon vento a tutti!

Ha preso il via con la conferenza del professor Stephen Turnock dell’Università di Southampton dal titolo “Don’t forget the sailor: why our engineering solutions have to understand human-yacht interaction” la tredicesima edizione del Trofeo 1001VELAcup, la regata internazionale che vede sfidarsi imbarcazioni a vela progettate, costruite e condotte dagli studenti. Teatro dei tre giorni di regate, fino a domenica, sarà il golfo di Mondello.
Dopo i saluti iniziali della padrona di casa Donna Giovannella Lanza di Scalea che ha coinvolto e ringraziato le istituzioni, l'architetto Paolo Procesi, ideatore della 1001VelaCup insieme a Massimo Paperini, ha introdotto i temi della conferenza del professor Stephen Turnock sull'importanza di progettare considerando il fattore umano. A organizzare la conferenza il professor Antonio Mancuso dell'Università di Palermo.
Prima della lezione, momento particolarmente toccante e un minuto di silenzio per ricordare uno studente padovano che in passato ha partecipato alle regate e che è prematuramente scomparso. I suoi colleghi e compagni di regata gli hanno dedicato una lettera molto emozionante.
Oggi toccherà alle regate organizzate dall'Associazione 1001VELAcup in collaborazione con l'Università degli Studi di Palermo ed il Circolo della Vela Sicilia: in acqua fra gli altri il politecnico di Torino con tre barche, la svedese Chalmers University of Technology di Goteborg, con la barca che ha vinto lo scorso anno, la tedesca Karlsruhe University of Applied Sciences di Karlsruhe con un scafo tutto nuovo, l'Università degli Studi di Padova con due imbarcazioni, la nuova imbarcazione dell'università degli Studi di Napoli Federico II e due scafi dell'Università degli Studi di Palermo. Nove le prove in programma oltre il “Trofeo Paolo Padova”, una regata con equipaggi formati da uno studente ed un docente.